Attività

L’Istituto elabora mensilmente analisi che riguardano le regioni Piemonte e Valle d’Aosta sui seguenti temi: ammortizzatori sociali, mercato del lavoro, sistema imprenditoriale, consumi, inflazione e redditi, bilanci degli enti locali e investimenti, welfare e disagio sociale, immigrazione.

Le analisi vengono svolte sulla base di fonti statistiche ufficiali e attraverso rilevazioni ad hoc (somministrazione di questionari, acquisizione di dati da enti pubblici e privati).

L’Ires Lucia Morosini predispone analisi congiunturale o di medio periodo su incarico di categorie CGIL, Enti ed Associazioni pubbliche e private.

L’istituto ha avuto un ruolo di primo piano negli studi sulla immigrazione a Torino ed è ancora un punto di riferimento per le persone, stranieri e no, che si occupano di stranieri nelle confederazione e nelle categorie sindacali a Torino e in Piemonte.

Le analisi riguardano l’evoluzione socio-demografica della popolazione straniera, i fenomeni d integrazione sociale, l’impatto della crisi economica su questa fascia di cittadini, economia e attività imprenditoriali ad essi legate, approfondimenti qualitativi (caporalato nell’edilizia, le richieste di aiuto ai Centri di ascolto sociali, ecc.), ipotesi di lavoro per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro degli immigrati.

I progetti avviati sono finalizzati all’analisi della composizione del mercato del lavoro in Piemonte e a mettere in rilievo le tendenze occupazionali e i profili della disoccupazione. Le indagini sono prevalentemente focalizzate sulla distribuzione degli occupati per settore, per territorio, con una disaggregazione dei dati di tipo socio-professionale. Un’attenzione particolare è rivolta ai fenomeni degli ammortizzatori sociali, del lavoro atipico e della precarietà del lavoro sotto il profilo occupazionale e salariale.

Per le analisi sul mercato del lavoro si veda anche l’area “Analisi congiunturali”.

Quest’area tematica è da tempo uno degli argomenti di interesse specifico soprattutto per quanto riguarda i mutamenti dell’organizzazione del lavoro e della produzione e lo studio dell’evoluzione del sistema impresa (nati-mortalità, import – export, specializzazione, innovazione, ecc.). L’Istituto è impegnato in ricerche aventi per oggetto la contrattazione decentrata, sia essa aziendale o territoriale, e a questo riguardo dispone di un Osservatorio sulla contrattazione di II livello in Piemonte collegato al Osservatorio della CGIL nazionale , con più di 1.700 accordi aziendali.

Per le analisi sul sistema imprenditoriale si veda anche l’area “Analisi congiunturali”.

E’ stato promosso un filone di indagine sull’analisi delle politiche sociali. All’interno di quest’area di indagine si colloca l’Osservatorio sui bilanci degli enti locali (si veda l’area “Enti territoriali, bilanci ed economie locali”), considerato uno strumento innovativo per la conoscenza delle politiche di entrata e delle scelte di spesa delle amministrazioni, attraverso il quale fornire al sindacato e non solo un orientamento per la contrattazione territoriale. Ulteriore strumento conoscitivo è l’Osservatorio sulla Contrattazione sociale, al cui interno è possibile esaminare gli accordi sottoscritti da Enti locali e Sindacato in materia di welfare e politiche fiscali.

In quest’area vengono collocate inoltre attività di ricerca e di studio dei fenomeni legati alla domanda sociale, alle politiche socio-assistenziali e sanitarie (servizi rivolti alle diverse fasce di popolazione, non autosufficienza, domiciliarità, residenze e centri diurni), all’esclusione sociale, e alle politiche abitative.

Dal 2009 l’Istituto è impegnato a fornire informazioni sulle politiche pubbliche e sulle economie locali, sia attraverso l’utilizzo di dati ricavati da fonti esterne (Ministerno dell’Interno, Istat, Banca d’Italia, Comuni, Regioni ed Enti locali, Inps, ecc.), sia attraverso dati provenienti dalle strutture territoriali della CGIL con il coordinamento metodologico dell’Ires, sia infine mediante ricorso a rilevazioni dirette. Sono state sviluppate due banche dati, di cui una riguardante i bilanci dei comuni piemontesi e l’altra le condizioni socio-economiche delle comunità locali. Inoltre, è stato recentemente avviato un filone di ricerca sui redditi in Piemonte allo scopo di analizzarne l’andamento a livello individuale e di nucleo familiare. Questa nuova area di approfondimento risponde all’esigenze di analisi dei processi di impoverimento della popolazione regionale, con una particolare attenzione al fenomeno dei working poor.

Chiavi di lettura:

Analisi delle politiche pubbliche, bilanci (previsione e rendiconto), programmazione socio - economica, gestione associata delle funzioni e dei servizi, personale, indebitamento, federalismo fiscale, economie locali, redditi.